Scoppia una bomba carta Tifoso ferito prima della partita
Tifosi al passaggio del pullman dell’Atalanta mercoledì 24 febbraio (Foto by Bedolis)

Scoppia una bomba carta
Tifoso ferito prima della partita

Atalanta-Real, inascoltato l’appello di Atalanta e Ats: tremila tifosi fuori dallo stadio mercoledì 24 gennaio per l’arrivo della squadra. Scoppia una bomba carta, lesioni gravi a una mano per un giovane. Fuochi e cori prima del match.

Nonostante le regole anti Covid, il divieto di creare assembramenti previsto dalla legge (oltre che suggerito dal buonsenso), e gli appelli di Atalanta e Ats , circa tremila tifosi mercoledì sera si sono radunati per accogliere l’arrivo del pullman con i giocatori. Un serpentone nerazzurro che si è snodato da piazzale Oberdan fino allo stadio. E oltre al rischio oggettivo legato all’emergenza Covid, il bilancio della serata ha fatto purtroppo registrare anche il ferimento di un trentenne, che ha riportato gravi lesioni a una mano a causa dello scoppio di una bomba carta. Secondo le primissime ricostruzioni (la dinamica del fatto è ancora in corso di accertamento da parte della polizia), verso le 19,30 l’uomo si trovava in viale Giulio Cesare per partecipare agli incitamenti alla squadra quando una bomba carta gli è scoppiata vicino. Dolorante e sotto choc, è stato soccorso da altri giovani che si trovavano sul posto, che dopo avergli avvolto la mano in un indumento, lo hanno condotto verso una postazione delle forze dell’ordine e della polizia locale per chiedere aiuto. Sono stati chiamati i soccorsi e sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118, che lo ha trasportato all’ospedale Humanitas Gavazzeni. Stando alle prime informazioni, avrebbe riportato lesioni gravi alle falangi di tre dita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA