Scuola, «Mancano i tempi  per assumere i nuovi insegnanti»

Scuola, «Mancano i tempi
per assumere i nuovi insegnanti»

I sindacati sono perplessi sulle linee guide e sulla promessa di assumere 50 mila prof a tempo determinato.

La lettura delle linee guida che dovranno essere applicate da settembre, per l’inizio del prossimo anno scolastico, non ha calmato gli animi del mondo della scuola. Anzi. Tra gli addetti ai lavori rimane molta preoccupazione, per i modi in cui le linee guida verranno tradotte in decreti attuativi, ma soprattutto per i tempi in cui le indicazioni verranno attuate. Per esempio circa il capitolo che prevederebbe l’assunzione di altri 50 mila docenti a tempo determinato per il prossimo anno scolastico.

Perché alla data scelta per l’inizio dell’anno scolastico 2020/21, il 14 settembre, mancano solo 76 giorni. «Che sono molto pochi – dice Salvo Inglima, segretario provinciale Cisl scuola di Bergamo –, considerato anche il periodo di ferie che dovrebbe essere compreso in questo periodo di tempo. Le procedure di individuazione del personale sono sempre molto complesse e richiedono sempre tempi piuttosto lunghi. In questo caso si dice di poter assumere 50mila nuovi docenti a tempo determinato per il prossimo anno scolastico, in aggiunta ai posti normalmente previsti, per rispondere alla straordinarietà della situazione e per poter attuare il distanziamento previsto dalle indicazioni del Comitato tecnico–scientifico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA