Si viaggerà «green», su treni a idrogeno Sebino e Valle Camonica primi in Italia
Uno dei treni a idrogeno che viaggiano dalla Germania all’Austria

Si viaggerà «green», su treni a idrogeno
Sebino e Valle Camonica primi in Italia

I primi sei convogli inizieranno a circolare tra 2022 e 2023 sulla ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo. L’annuncio di Regione e Fnm: maxi investimento da 300 milioni, per quella che sarà la «Hydrogen Valley».

Il gruppo Fnm che fa capo a Regione Lombardia ha scelto il Sebino e la Valle Camonica per introdurre i primi treni a idrogeno d’Italia: entro il 2026 sulla linea Brescia-Iseo-Edolo circoleranno 14 convogli ferroviari alimentati dalla forza pulita di questo gas. I primi sei inizieranno a circolare tra il 2022 e il 2023 e il programma sarà completato nell’anno delle Olimpiadi invernali di Milano e Cortina, evento di rilevanza mondiale per il quale Governo e Regione hanno stanziato ingenti somme da cui provengono anche i fondi utilizzati da Fnm per finanziare l’investimento.

Complessivamente sono previsti quasi 300 milioni di euro, destinati all’acquisto dei nuovi convogli prodotti da Alstom per Trenord, all’adeguamento della linea non elettrificata gestita da Ferrovienord, alla realizzazione di impianti per la produzione di idrogeno. Nell’insieme, il progetto è stato battezzato «H2iseO» e ha l’ambizione di creare la prima «Hydrogen Valley» italiana in modo da sviluppare una filiera industriale nazionale in grado di sfruttare l’energia dell’idrogeno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA