Treviglio riapre il reparto Covid «Supporto a Romano, siamo in trincea»

Treviglio riapre il reparto Covid
«Supporto a Romano, siamo in trincea»

Il coronavirus accelera e mette in guardia anche l’Asst Bergamo Ovest, che da lunedì riaprirà il reparto Covid dell’ospedale di Treviglio, in supporto a quello di Romano, dove i 14 posti letto sono quasi tutti occupati.

Ad annunciarlo è il direttore generale Peter Assembergs, alla luce degli ultimi dati che evidenziano un significativo aumento dei casi, sette nell’ultima settimana, con un paziente trasferito nella Terapia intensiva di una struttura ospedaliera milanese. Se nei mesi estivi il numero dei ricoverati nell’apposita unità del Santissima Trinità di Romano si attestava su una media di 6/7 degenti, ora è quasi raddoppiato e in prospettiva, visto l’andamento generale, destinato ulteriormente ad aumentare.

Un incremento, in tema di positività, già notato nella zona di competenza dell’Asst Bergamo Ovest dalla scorsa settimana: i tamponi positivi nelle scuole prima hanno interessato alunni e insegnanti, poi di riflesso anche le famiglie e i genitori. Un fenomeno che sta generando lecita preoccupazione, se rapportato ai dati di settembre , come reso noto dal direttore generale Peter Assembergs: «A inizio settembre avevamo fatto una campagna di test sulla scuola e gli insegnanti, con risultati molto confortanti, infatti la positività ai tamponi era stata riscontrata solo in due soggetti. Purtroppo con la riapertura dell’attività didattica il virus ha ricominciato a girare. Questo è stato un primo segnale d’allarme. Altro segnale indicativo – prosegue Assembergs – è giunto dai tamponi positivi emersi ai Pronto soccorso: erano stati zero per diversi mesi e in un solo giorno è stata raggiunta quota sette».

© RIPRODUZIONE RISERVATA