«Una stella in più nel cielo»: il ricordo di Marco Oldrati, caduto tragicamente da un ponteggio
Gli amici di Marco Oldrati lo hanno ricordato con uno striscione dedicato alla sua squadra del cuore, l’Inter

«Una stella in più nel cielo»: il ricordo di Marco Oldrati, caduto tragicamente da un ponteggio

A San Paolo d’Argon gli amici e i parenti si sono stretti intorno alla famiglia di Marco Oldrati, operaio di 52 anni, morto sul lavoro sabato 8 maggio.

Quando il feretro è arrivato, il sagrato e la chiesa parrocchiale di San Paolo d’Argon erano già gremiti. In silenzio, cercando anche in circostanze simili di osservare le norme di sicurezza imposte dalla pandemia, i conoscenti, gli amici e i familiari hanno portato con compostezza l’ultimo saluto a Marco Oldrati. L’operaio era scomparso all’improvviso, a 52 anni, mentre era al lavoro in un cantiere a Tradate, nel Varesotto, la mattina dell’8 maggio . «Non c’è molto da dire, era buono come il pane», sussurrano in molti fuori dalla chiesa nella mattinata di venerdì 21 maggio. Conoscendo la sua passione per il calcetto e il calcio, alcuni colleghi hanno esposto fuori della chiesa uno striscione della squadra di cui era tifoso, l’Inter: «Una stella in più in cielo, ciao Marco», era scritto sopra un campo neroazzurro.

Il funerale di Marco Oldrati, morto sul lavoro

Il funerale di Marco Oldrati, morto sul lavoro

© RIPRODUZIONE RISERVATA