Voli, ancora bufera su Ryanair «Tassa occulta sul bebè a bordo»

Voli, ancora bufera su Ryanair
«Tassa occulta sul bebè a bordo»

Venticinque euro a volo, anche se sei un bebè e stai in braccio a mamma e papà. Questa volta gli irlandesi volanti l’hanno fatta grossa, infilando una bella cifretta per il pargoletto sotto i 2 anni. «Il costo del biglietto per i neonati non è aumentato nell’ultimo anno» dicono da Ryanair. Ma Federconsumatori non ci sta: «Il supplemento, già di per sé assurdo, è ancora più ingiustificato se si considera che i bimbi devono viaggiare in braccio ai genitori».

Piangi piccolino, piangi. Che ora costi la bellezza di 25 euro a volo, anche se sei un bebè e stai in braccio a mamma e papà. Questa volta gli irlandesi volanti l’hanno fatta grossa, infilando tra il lusco e il brusco una bella cifretta per il pargoletto under 2. Anni.

«Il costo del biglietto Ryanair applicato ai neonati – uno standard del settore – non è aumentato nel corso dell’ultimo anno, dal momento che continuiamo ad offrire le tariffe più basse d’Europa con un prezzo medio pari a 39 Euro. Tutte le tariffe sono visionabili e chiare sul nostro sito. Ryanair non ha costi extra nascosti e tutti i servizi opzionali e le tariffe vengono evidenziate e devono essere accettate dai clienti prima della prenotazione» replicano loro in un comunicato stampa. Come dire che ci stavano stangando pure prima, solo che non ce n’eravamo accorti.

d.nikpalj
Dino Nikpalj

Curioso di tutto ed esperto di niente. Classe 1968 (ohibò…), maturità tecnica e studi in Giurisprudenza, lavora a L’Eco di Bergamo dal novembre 1997. Vicecaporedattore dal 2014, è stato inviato e per tre anni ha guidato la redazione web. Scrive di cronaca, politica, trasporti e Atalanta, della quale è tifosissimo. Ha da sempre una passionaccia per il calcio inglese in tutte le sue forme e categorie, una spiccata simpatia per il Manchester City e una fornitissima biblioteca, anche di storie di calcio. Che prova a raccontare su Corner.

© RIPRODUZIONE RISERVATA