Weekend in zona gialla, controlli intensificati Avanti con la didattica in presenza al 50%

Weekend in zona gialla, controlli intensificati
Avanti con la didattica in presenza al 50%

Più attenzione ai luoghi maggiormente frequentati, per ora nessuna criticità. Scuola, resta il 50%

Maggiore attenzione ai luoghi più frequentati, come Città Alta e il centro, e didattica in presenza ancora al 50% per verificare la tenuta del sistema del trasporto pubblico locale. Queste le decisioni emerse mercoledì dopo la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica in vista soprattutto del primo weekend in cui Bergamo e tutta la Lombardia sono in zona gialla. Più libertà di movimento quindi, ma questo non deve tradursi in assembramenti nelle vie dello shopping o fuori da bar e ristoranti.

Tutti abbiamo visto le immagini della folla di giovani sui Navigli a Milano già lo scorso fine settimana, quando ancora eravamo in zona arancione, ed è montata la polemica sui controlli: da una parte il Cts che invocava l’intervento dei sindaci, dall’altra i primi cittadini che sottolineavano come i controlli fossero di competenza dello Stato attraverso le forze di polizia. L’attenzione è quindi massima per evitare che anche nella Bergamasca la voglia di libertà non si traduca in un «liberi tutti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA