Zona arancione, Bergamo si rianima Ma rispettando le regole: zero multe
La gente in via XX Settembre domenica pomeriggio (Foto by Bedolis)

Zona arancione, Bergamo si rianima
Ma rispettando le regole: zero multe

Con il via alla zona arancione tanta gente domenica in centro e in Città Alta.
Controlli dei vigili, niente assembramenti. Comincia a rianimarsi lo shopping.

«Abbiamo aspettato oggi pomeriggio per rivederci. Giusto un paio d’ore, un po’ di shopping insieme e poi ognuna a casa propria. Con due bimbi piccoli, meglio mantenere una certa cautela». Mara e Simona sono in fila per entrare in un negozio di vestiti; sono mamma e figlia, vivono entrambe in città, ma si sono riviste ieri dopo quasi un mese per effetto dei vincoli, rispettati alla lettera, imposti dalla zona rossa. Il primo giorno in arancione per Bergamo e per il resto della Lombardia regala anche questi spaccati di vita familiare: dopo tre settimane di semi isolamento, i bergamaschi sono tornati ieri ad affollare le strade del centro. Nessun assembramento in senso stretto, ma tanta gente a passeggio, molta più dei giorni scorsi ovviamente, soprattutto nelle vie dello shopping e in Città Alta, dove la Corsarola si è riempita perlopiù in mattinata. Ieri è stato il giorno della riapertura dei negozi di abbigliamento e calzature, delle gioiellerie e di tutte quelle attività che per quasi un mese, in zona rossa, hanno dovuto abbassare le serrande.

© RIPRODUZIONE RISERVATA