Caro energia, raddoppiato in tre anni il costo della bolletta per le imprese
La Cgia Mestre delinea i contorni del fortissimo aumento della bolletta energetica per le imprese italiane

Caro energia, raddoppiato in tre anni il costo della bolletta per le imprese

L’indagine della Cgia di Mestre: rispetto al 2019, è di 36 miliardi il rincaro previsto per quest’anno. Tra le regioni è la Lombardia a pagare il prezzo più salato con un incremento di 8,5 miliardi.

Rispetto al 2019, ammonta a quasi 36 miliardi di euro l’extra costo che le imprese italiane sosterranno quest’anno a causa dell’aumento del prezzo delle tariffe elettriche. Nel giro di 3 anni, infatti, il costo della bolletta della luce in capo alle aziende è pressoché raddoppiato. Un incremento spaventoso che, sommato al rincaro del gas, costringerà molte attività, almeno temporaneamente, a chiudere gli impianti produttivi.

I calcoli sono stati effettuati dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre che, per l’anno in corso, ha ipotizzato un consumo complessivo di energia elettrica delle imprese pari a quello registrato nel 2019 (anno pre-Covid). Si è inoltre stimata per il 2022 una tariffa media dell’energia elettrica per le imprese pari a 150 euro per Megawatt/ora (MWh). È stata determinata questa soglia dal momento che nei primi 5 giorni di questo nuovo anno la tariffa è scesa al di sotto dei 200 euro per MWh. La Cgia segnala, inoltre, che le principali istituzioni prevedono una progressiva (anche se non velocissima) riduzione nel corso di tutto il 2022. Si ricorda, infine, che nello scorso mese di dicembre il prezzo medio dell’energia elettrica per le imprese aveva toccato i 281 euro per MWh (media 2021 pari a 125,5 euro per MWh).

© RIPRODUZIONE RISERVATA