Il Recovery spinge il Pil dell’Italia, +4,2 nel 2021: l’Ue rivede al rialzo le previsioni

«Le vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni stanno aprendo la strada alla forte ripresa dell’economia italiana nella seconda metà del 2021». Lo scrive la Commissione Ue nelle previsioni economiche di primavera, che rivedono al rialzo il Pil italiano a 4,2% quest’anno e 4,4% il prossimo.

Il Recovery spinge il Pil dell’Italia, +4,2 nel 2021: l’Ue rivede al rialzo le previsioni

«Le vaccinazioni e l’allentamento delle restrizioni stanno aprendo la strada alla forte ripresa dell’economia italiana nella seconda metà del 2021. Gli investimenti sostenuti dall’Ue dovrebbero portare l’economia su un percorso di espansione sostenuta, che dovrebbe consentire alla crescita di tornare al livello pre-pandemia entro la fine del 2022»: lo scrive la Commissione Ue nelle previsioni economiche di primavera, che rivedono al rialzo il Pil italiano a 4,2% quest’anno e 4,4% il prossimo. Il debito pubblico italiano continua a salire nel 2021 «a causa del protrarsi del sostegno pubblico» all’economia , ma poi comincerà a scendere dal 2022, scrive ancora la Commissione Ue rivedendo al rialzo la stima del debito, che toccherà il 159,8% quest’anno, per poi scendere a 156,6% il prossimo. Anche il deficit sale quest’anno a 11,7% «a causa del costo del sostegno visto che le restrizioni alle attività economiche sono ancora necessarie per contenere la pandemia». Ma nel 2022 scende a 5,8%, grazie «al calo della spesa pubblica e l’accelerazione dei ricavi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA