In arrivo i fondi per le imprese storiche 2,3 milioni di euro per chi vuole innovarsi

In arrivo i fondi per le imprese storiche
2,3 milioni di euro per chi vuole innovarsi

Per le attività storiche con la voglia di valorizzarsi e innovarsi sono in arrivo da parte della regione 2,3 milioni di euro, suddivisi per spese in conto capitale (due milioni) e spese in conto corrente (300 mila euro).

L’importante contributo è previsto dal bando «Imprese storiche verso il futuro» ed è destinato alle micro, piccole e medie imprese (Mpmi) commerciali e artigiane (in forma singola o aggregata: in questo caso da un minino di tre a un massimo di cinque imprese) iscritte nell’elenco delle attività storiche e di tradizione (legge regionale 6/2010).

Il contributo sarà assegnato per: il restauro e la conservazione di beni immobiliari, insegne, attrezzature, macchinari, arredi, finiture e decori originali legati all’attività storica; lo sviluppo, l’innovazione e il miglioramento della qualità dei servizi; maggiore attrattività dei centri urbani e dei luoghi storici del commercio, valorizzazione di vie storiche e itinerari commerciali; il passaggio generazionale e la trasmissione di impresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA