In Lombardia saldi al via dal 3 luglio, critici i commercianti

In Lombardia saldi al via dal 3 luglio, critici i commercianti

Voci critiche dal settore moda: «Le date individuate per gli sconti non convincono. Servivano più giorni per riprendere il fiato dopo le chiusure dovute all’emergenza Covid».

Il primo sabato di luglio arrivano i saldi estivi 2021. Si torna al calendario normale, dopo i posticipi dell’anno scorso e dell’inverno dovuti all’emergenza Covid. La Commissione Attività Produttive della Conferenza delle Regioni ha recentemente confermato la data del 3 luglio per l’inizio dei saldi estivi. Nei 30 giorni precedenti l’inizio dei saldi non saranno autorizzate vendite promozionali.

Il conto alla rovescia per i saldi estivi è quindi iniziato ma tra i commercianti, secondo quanto rilevato da Confesercenti, non mancano le voci critiche : «Una decisione che non soddisfa del tutto. – dichiara Filippo Caselli, direttore di Confesercenti Bergamo e segretario provinciale di Fismo-Confesercenti, la Federazione Italiana Settore Moda –. Nei giorni scorsi abbiamo sondato i negozianti del settore moda ed era emersa da parte di molti la richiesta che la data di inizio saldi venisse spostata almeno a metà luglio: la chiusura ha generato forti perdite (- 40 % fatturato nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso) e a nostro parere il settore avrebbe avuto necessità di rifiatare sfruttando più a lungo la riapertura per vendite a prezzo pieno. Bene invece aver conservato la data unica per tutte le regioni e il divieto delle vendite promozionali nei trenta giorni precedenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA