La classifica dei Paperoni in Borsa: titoli dei Rocca da podio e azioni Ivs in spolvero

Paperoni di Borsa. I patron della Tenaris terzi assoluti nella classifica di Milano Finanza: balzo in avanti degli eredi Cerea. Bombassei e i Pesenti si confermano ai primi posti.

La classifica dei Paperoni in Borsa: titoli dei Rocca da podio e azioni Ivs in spolvero

È stato un anno in altalena il 2022 per le grandi famiglie o i capitani d’industria che investono in Piazza Affari: già nel 2021, la classifica dei «Paperoni di Borsa» stilata da Milano Finanza (che analizza il valore delle partecipazioni personali di italiani che possiedono azioni di aziende quotate con rilevamento quest’anno al 3 agosto scorso) aveva pesantemente risentito della pandemia, portando a cambiamenti forti, anche per l’esigenza di tante società di avere maggior liquidità, diluendo pacchetti azionari di fronte a un futuro incerto . Con l’esplosione della guerra in Ucraina, l’aumento delle materie prime e soprattutto i fortissimi rincari legati alle fonti energetiche, questa tendenza si è accentuata, provocando diversi cambiamenti ai vertici della graduatoria annuale , sempre però guidata dalla famiglia Del Vecchio (fino al 2021 c’era ancora Leonardo, ora sono subentrati gli eredi), ma che vede tornare sul podio i fratelli Gianfelice e Paolo Rocca, che riguadagnano il terzo posto (rispetto alla sesta piazza del 2021) con 9,3 miliardi di euro. Sulla rimonta pesa la «fame» di fonte energetiche che si riflette anche sul comparto petrolifero e quindi sulla corsa al greggio e sul rendimento del titolo Tenaris, che soprattutto nel primo semestre ha conosciuto performance significative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA