Alleati litigiosi Equilibri fragili

Alleati litigiosi
Equilibri fragili

Vivere pericolosamente. Grillini e leghisti stanno imparando a loro spese e molto in fretta quanto è difficile la vita di un governo di coalizione. Sono lontani i tempi in cui, scrivendo il «Contratto», riuscivano ad evitare uno scoglio semplicemente mettendo giù una frase generica (come sulla riforma della prescrizione), e adesso è venuto il momento delle scelte, dei compromessi reciproci, delle trattative che rischiano ad ogni passo di portare ad una rottura politica.

È esattamente quello che sta capitando in questi giorni sui vari provvedimenti riguardanti la giustizia e la sicurezza: anticorruzione, prescrizione, sicurezza e politica migratoria. Molti vedono nelle continue tensioni in aula tra i due gruppi di maggioranza impegni a discutere i decreti l’avvio di un logoramento del governo che potrebbe portare ad elezioni in primavera, addirittura prima delle elezioni europee di maggio. Intendiamoci, a questo mondo nulla si può escludere, soprattutto in politica, ma è improbabile che M5S e Lega decidano di suicidarsi affondando un governo a pochi mesi dal suo varo: ne sarebbero danneggiati entrambi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA