Giustizia, politica e regole del diritto

Giustizia, politica
e regole del diritto

Nell’arco di una decina di giorni le Corti hanno emesso sentenze o richieste assolutorie importanti: riguardano anche politici finiti nella bufera quando vennero indagati. Il sindaco di Riace Mimmo Lucano, scagionato dalla Cassazione dalle accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e da presunte irregolarità nelle gare per la gestione dei rifiuti. La procura di Arezzo ha chiesto l’archiviazione per Pier Luigi Boschi (padre dell’ex ministro Maria Elena) per il reato di bancarotta fraudolenta nel caso Etruria.

Se il gip archivierà Boschi vedrà cadere tutte le contestazioni penali ipotizzate nei suoi confronti. La Corte d’appello di Milano ha invece assolto definitivamente Giulia Ligresti dalle accuse di falso in bilancio e aggiotaggio nella vicenda Fonsai (intanto si è fatta un po’ di carcere). La Corte d’appello di Genova ha invece confermato l’assoluzione per Raffaella Paita, deputata Pd ed ex assessore regionale alla Protezione civile, per i fatti dell’alluvione del 2014 nel capoluogo ligure, quando perse la vita l’ex infermiere Antonio Campanella. Infine l’altro giorno la Cassazione ha assolto Ignazio Marino dall’accusa di peculato e falso per la vicenda degli scontrini delle cene di rappresentanza quando era sindaco (Pd) di Roma. Si trattava di una somma di circa 12 mila euro, sborsata tra il 2013 e il 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA