Governo a 2 volti e partita di giro

Governo a 2 volti
e partita di giro

Il Consiglio dei ministri ha finalmente dato il via libera al Documento di programmazione economico finanziaria. Come è noto, il Documento definisce il quadro macro-economico di medio periodo e fissa i principali obiettivi della manovra economica del prossimo autunno. La bozza del Def, con le sue indicazioni programmatiche, prevede per quest’anno il Prodotto interno lordo allo 0,2 per cento e allo 0,6 per cento nel 2020.

Il debito pubblico salirà al 132,7 per cento, il massimo storico, il più alto di tutti i tempi, per calare fra un anno al 131,7. Il flusso del deficit aumenterà al 2,4 per cento, cifra che aveva ricevuto l’altolà dell’Unione ai tempi della Manovra economica. Anche per questi peggioramenti, si prevede di attivare la clausola concordata con Bruxelles che congela definitivamente due miliardi di spese. In ogni caso il governo si attiene ai paletti di Bruxelles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA