I nostri anziani
La nostra storia

Cosa stiamo perdendo con la morte di decine di anziani, per o con il coronavirus? La distinzione è utile a rimarcare come i decessi possono avvenire avendo la pandemia come prima causa o come patologia che si affianca ad altre, determinando la perdita della vita. Ma non è l’aspetto medico che vogliamo rimarcare qui. L’opinione pubblica non solo bergamasca e media nazionale ed esteri sono rimasti colpiti dalla quantità di pagine di necrologie che pubblichiamo da giorni, evidenza del numero di morti in impressionante crescita.

I nostri anziani La nostra storia

Ma sfuggono forse le pagine di cronaca locale, nelle quali raccontiamo la biografia di alcuni di questi anziani, cioè persone sopra i 65 anni secondo la definizione classica, che recentemente ha alzato l’asticella ai 75. Narrazioni che rispondono alla domanda iniziale: di quale patrimonio umano e sociale la nostra provincia viene privata?

© RIPRODUZIONE RISERVATA