La Germania si è fermata Pericolo per l’Italia

La Germania si è fermata
Pericolo per l’Italia

L’ economia tedesca è data in recessione per il prossimo trimestre. Segue un trend negativo che è iniziato da quando il presidente Trump ha imposto i dazi alla Cina e all’Europa. I destinatari delle misure americane contro i prodotti europei sono essenzialmente i tedeschi. La Germania con i suoi prodotti di qualità ha soppiantato l’industria americana dopo aver liquidato quella inglese. E questo al dominio anglosassone pesa. E tuttavia se si può capire la ragione a Washington di tanto livore antitedesco, per Paesi come l’Italia riesce difficile seguire il presidente americano su questa strada. Il motivo è dato dai numeri: per l’Italia la Germania è il primo partner sia nell’export che nell’import.

Se guardiamo i settori vediamo che al primo posto nelle esportazioni italiane, secondo i dati della Camera di Commercio italo-tedesca, vi è la meccanica, 13,5%, seguita dalla siderurgia, 11,5%, dalla chimica e farmaceutica, 11,4%, automotive all’11% e gli alimentari solo al quinto posto con l’8,3%. Solo la Lombardia ha un interscambio commerciale di 42,2 miliardi di euro che corrisponde all’import-export della Germania con il Giappone. La Baviera, per la sua parte, importa dall’Italia e poi esporta nel nostro Paese quanto la Germania con tutta la Polonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA