Le «sardine» corrono 5 Stelle in affanno
Le sardine in piazza a Bologna

Le «sardine» corrono
5 Stelle in affanno

Le sardine diffondono il loro «manifesto» politico e arrivano dall’Emilia a Sorrento, in Campania; prossima tappa Roma. La creatura politica anti-Salvini, nata da quattro amici al bar intenzionati a impedire la conquista leghista dell’Emilia Romagna, sta camminando, anzi sta correndo. Dopo i dodicimila di Bologna e i settemila di Modena, ieri a Sorrento c’è stato un flash mob anti-Carroccio: «Non siamo fessi, Salvini ci ha sempre insultato» era la frase ricorrente dei «fravagli», che sono poi la versione campana delle sardine emiliane. E quanto al manifesto, la sua nota dominante è l’opposizione netta sia al sovranismo che al populismo: «Per voi la festa è finita».

Si tratta di un movimento di sinistra slegato dai partiti cui aderiscono anche militanti del Pd o del M5S ma non – e questo è sicuramente positivo – quei centri sociali che usano la piazza per provocare disordini. Non è chiaro invece come potrà sviluppare in futuro: diventerà a sua volta un partito? I quattro ragazzi bolognesi lo negano ma aggiungono: «Mai dire mai». Per il momento hanno registrato il nome e il logo perché nessuno in giro per l’Italia se ne appropri, e il gesto è indice di una certa voglia di mettere in piedi una struttura politica. Del resto attraverso Facebook è già in corso una sorta di coordinamento con l’elaborazione di regole comuni per organizzare le dimostrazioni in piazza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA