Quelle storie
di libertà
conquistate
col vaccino

Non contro qualcuno, ma per contribuire a proteggere tutti. È questo il senso di «#iomivaccino - storie di libertà», lo spazio che il giornale dedicherà da oggi fino al 24 dicembre a trenta noti personaggi della comunità bergamasca che si sono vaccinati contro il Covid, riconoscendo non solo il valore scientifico del siero, ma anche quello etico e morale dell’atto in sé, segno di grande rispetto e di amore verso il prossimo, oltre che verso se stessi.

Quelle storie di libertà conquistate col vaccino

Sul giornale e on line pubblichiamo anche una riflessione sull’importanza di sottoporsi alla vaccinazione firmata dal professor Alberto Mantovani, presidente della Fondazione Humanitas per la ricerca, eminente scienziato di fama internazionale, che ringrazio infinitamente per aver condiviso con noi quest’iniziativa . Non a caso le sue considerazioni - le stesse per i prossimi trenta giorni - compariranno sotto l’occhiello «Repetita iuvant», proprio perché alimentiamo la speranza che il ripetere concetti così importanti, espressi con così grande semplicità e chiarezza, possa convincere anche uno soltanto di chi oggi non prende minimamente in considerazione l’ipotesi di immunizzarsi dal virus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA