Monopattini, Orio sotto assedio «Servono regole chiare e sanzioni»

Monopattini, Orio sotto assedio
«Servono regole chiare e sanzioni»

Noleggiati a Bergamo, vengono abbandonati lungo le strade e sui marciapiedi. I vigili: sono ovunque.

Forse la destinazione è l’aeroporto, o forse i b&b. Fatto sta che ci sono strade a Orio al Serio assediate da monopattini elettrici abbandonati, come spiega Mattia Cirrone responsabile della polizia locale di Orio al Serio: «Monopattini si trovano ovunque sul nostro territorio, sui marciapiedi e a bordo strada. Impediscono il passaggio di pedoni, mamme, bambini, disabili. Sono abbandonati anche sugli scivoli e passi carrali. Non vogliamo che si arrivi a qualche incidente come già accaduto in altri paesi». Come a Sarnico recentemente, a Bergamo in agosto, e quasi ogni giorno a Milano.

Orio punta l’indice su Bergamo: «Perché i monopattini arrivano da Bergamo che ha istituito il servizio di noleggio, come per le biciclette. Ora le biciclette non vanno più di moda, se ne vedono pochissime, soppiantate dai monopattini, più veloci e più comodi, che però vengono abbandonati in giro. Col monopattino non si può uscire dal comune in cui è stato noleggiato, ma gli utenti non rispettano questa regola e noi ne subiamo le conseguenze». Monopattini in sosta anche per molti giorni, senza che nessuno li recuperi. «Se li rimuoviamo noi, vigili di Orio, dove li mettiamo? E se si trova il posto, a chi addebitiamo la spesa dell’intervento di rimessaggio e messa in sicurezza del veicolo?».

© RIPRODUZIONE RISERVATA