Atalanta, la nobiltà  conquistata  è ormai certezza

Atalanta, la nobiltà
conquistata
è ormai certezza

Gianni Infantino, presidente della Fifa, torna nei luoghi delle sue origini da parte di madre – la Valle Camonica – e non manca di citare l’Atalanta, indicandola come punto di riferimento per tutte le società che con mezzi inferiori alle big aspirino a competere con esse se non nel portafoglio sul piano dell’organizzazione e del calcio che si vuole esprimere. La sera prima, nel dopo-partita di un sontuoso Sassuolo-Atalanta, Gasperini si era detto soddisfatto soprattutto perché «si è alzata la qualità del gioco».

L’evidenza delle prime sei giornate di campionato dice che i nerazzurri viaggiano a -5 dalla capolista Inter, a -3 dalla Juve e a +1 sul Napoli. Esattamente le quattro squadre che stanno partecipando alla Champions League. E se volgiamo lo sguardo a ritroso nel tempo, scopriamo che mai, da quando è presidente Antonio Percassi, l’Atalanta era partita così bene in Serie A.


© RIPRODUZIONE RISERVATA