Grazie al Centro aiuto alla vita
nati a Bergamo 150 bambini

L’assemblea. Straniere il 91% delle madri assistite dal Centro aiuto alla vita. Donati cibo, farmaci e abiti. «Adottate» a distanza 32 future mamme

Grazie al Centro aiuto alla vita     nati a Bergamo 150 bambini
Il tavolo ei relatori all’assemblea annuale

Sono stati 150 i bambini nati nel 2019 che hanno ricevuto un sostegno dal Centro aiuto alla vita di Bergamo, al quale si sono rivolte 446 donne, di cui 211 in attesa di un figlio, 235 già madri (53%). Fondato nel 1980 il Cav ha visto nascere in tanti anni di attività ben 4.870 bambini, ma i numeri sono da tempo in calo. «Ormai dal 2014 il trend negativo è costante – spiega la presidente Anna Rava Daini –. Non significa purtroppo che le donne hanno meno bisogno di aiuto. La diminuzione delle nostre utenti è in linea con il calo demografico che si registra a Bergamo. Rispetto al 2018 abbiamo avuto in meno 38 nati e 168 donne. Se non ci fosse il contributo delle nascite da parte delle donne immigrate, il dato della denatalità sarebbe ancora più marcato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA