Il lockdown di viale Papa Giovanni
«Puntiamo su turismo e scuole riaperte»

Sulla crisi dell’asse tra la stazione e Porta Nuova il sindaco Gori non nasconde le difficoltà «Rinnovo l’appello affinché i commercianti usino fino in fondo gli strumenti del Programma Rinascimento.

Il lockdown di viale Papa Giovanni «Puntiamo su turismo e scuole riaperte»
Viale Papa Giovanni XXIII
(Foto di Bedolis)

«La fotografia è corretta. C’è un’evidente sofferenza in quel pezzo della città e in generale di tutte le attività cresciute insieme al turismo». Sul viale Papa Giovanni diventato una scacchiera, un alternarsi di saracinesche alzate e abbassate, Giorgio Gori – il sindaco ha anche la delega a Commercio e turismo – parte da un dato: «Monitoriamo i flussi in città, e abbiamo verificato che i passaggi in questa zona, conteggiati all’altezza del Cappello d’Oro, a luglio e ad agosto si sono ridotti del 50% rispetto agli stesso mesi dello scorso anno: questo dato, essenzialmente, ci dice qual è il problema. Molte attività sono legate alla somministrazione veloce, al passaggio di chi va verso il centro città: senza questa clientela, la situazione è certo difficile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA