Origami nel bosco per ricordare i 260 minori ucraini uccisi in 100 giorni di guerra

L’iniziativa Nel bosco per la pace di via Europa a Bergamo si sono ritrovati i rappresentanti dell’associazione Zlaghoda: «La violenza si fermi subito».

Origami nel bosco per ricordare i 260 minori ucraini uccisi in 100 giorni di guerra
I bambini ucraini con le loro mamme e gli origami a forma di gru dedicati alla memoria dei piccoli uccisi dalle bombe

Nel bosco piantato un anno prima del Covid come simbolo di pace e di vita a ridosso dell’istituto Quarenghi in via Europa, nel pomeriggio di sabato 4 giugno l’associazione Zlaghoda ha celebrato la giornata istituita dal governo ucraino in memoria dei bambini morti durante la guerra. A oltre cento giorni dall’inizio del conflitto, sono più di 260 i minorenni caduti sotto le bombe dei russi: per ognuno di loro i volontari dell’associazione hanno preparato un origami a forma di gru (animale simbolo della purezza assoluta) che hanno appeso agli alberi piantati dai cittadini ucraini che vivono in città . Un’idea nata da una signora giunta in Italia circa un mese fa, in fuga da Zaporizhzhia, e che oggi vive accolta da una famiglia di Bergamo. In 50 si sono dati appuntamento al parco; tra loro anche qualche profugo in fuga dalla guerra, soprattutto mamme con bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA