Vaccini, si parte con 30 dosi a medico
«Basteranno per il 75% dei pazienti»

Nella prima settimana è questa la quantità di cui disporranno gli ambulatori Tersalvi (Ats): «Numeri sufficienti». Marinoni: «Troppo frazionati, difficile programmare».

Vaccini, si parte con 30 dosi a medico «Basteranno per il 75% dei pazienti»

«I vaccini antinfluenzali ci sono. Arriveranno nei magazzini e poi verranno distribuiti nelle farmacie, dove i medici di medicina generale potranno recarsi a ritirarli come negli anni scorsi. Riteniamo che i numeri siano sufficienti e l’obiettivo è arrivare al 75% della popolazione nella Bergamasca, partendo dai pazienti fragili con patologie acute e da chi ha più di 65 anni. Questa provincia, pur sempre virtuosa con medici che storicamente aderiscono in massa alla campagna, l’anno scorso si è fermata al 58% con 140 mila vaccinazioni. Ora c’è l’incognita Covid, ma ce la faremo a soddisfare il fabbisogno». Carlo Alberto Tersalvi, direttore sanitario di Ats Bergamo, invita all’ottimismo a pochi giorni dall’avvio della campagna vaccinale in Lombardia con circa 800 mila dosi disponibili a ottobre e altre 2 milioni circa a novembre, estese progressivamente agli altri soggetti, tra cui bambini fino a 6 anni e le persone tra i 60 e i 64 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA