Vento fortissimo in quota. E la neve resta un miraggio

Sabato al Curò le raffiche hanno raggiunto i 95 chilometri orari. Versanti montani spogli e torrenti in secca per l’assenza di precipitazioni.

Vento fortissimo in quota. E la neve resta un miraggio

Montagne spoglie di neve, versanti esposti a sud completamente brulli e torrenti in secca per la perdurante assenza di precipitazioni. È questo lo scenario che accoglie quanti decidono di passare qualche ora sulle montagne dell’arco alpino. Ovviamente le nostre non fanno eccezione, come conferma la desolante vista dei «tremila» orobici dell’alta Val Seriana che, più di ogni altra montagna bergamasca, in questo periodo dovrebbero risultare carichi di neve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA