Van De Sfroos cercatore di leggende:
dal 13 maggio il viaggio in onda su Rai 2

Al suo debutto come conduttore, giovedì 13 maggio su Rai 2 (ore 23.05), racconta le imprese del «Mythonauta» percorrendo l’Italia a caccia di storie nascoste e misteri di luoghi o personaggi. Itinerari alla portata di tutti.

Van De Sfroos cercatore di leggende: dal 13 maggio il viaggio in onda su Rai 2
Davide Bernasconi, in arte Van De Sfroos

Cantautore, ricercatore di storie e leggende, antropologo popolare, Davide Bernasconi, in arte Van De Sfroos, mette le canzoni in sottofondo e racconta le imprese del «Mythonauta», in onda su Rai2, in seconda serata (alle 23.05), per quattro puntate, a partire da giovedì 13 maggio. Il viaggio stavolta è all’ombra dei miti, delle leggende d’Italia, dal Lago di Como, che il conduttore conosce come le sue tasche, all’Alto Sannio, dalla Romagna al Trentino Alto Adige. Davide diventa una sorta di «stalker», un accompagnatore privilegiato che guida lo spettatore alla ricerca di storie e personaggi misteriosi, di antropologie e credenze locali. L’idea è quella di ricostruire quel tessuto mitologico, tra fantasia e storia, che attraversa l’Italia tutta, sia essa urbana e rurale, sacra e profana, nobile e popolare. Nel viaggio si mescolano tradizioni religiose, retaggi pagani, cultura e superstizione. «Il Mythonauta al momento sono io – spiega Davide Van De Sfroos – ma è come se fossi l’esempio messo lì per far capire a chi guarda che tutti possono diventare dei mythonauti. Traccerò degli itinerari, farò vedere che in quella villa si racconta ancora la tal cosa. Il Mythonauta non viaggia per screditare, per indagare sulla veridicità del mito, arriva lì per innaffiare questa pianta mitologica e farla fiorire ancora. Se c’è un mito va rispettato, è una cosa che si racconta da tanti anni, magari da millenni. Ci sono miti giganteschi come la leggenda di Maya sulla Maiella, in Molise; o piccoli miti come quello di Gregory Peck che sull’isola Comacina prende a pugni il paparazzo che lo spia dall’albero. Hitchcock che sulla stessa isola fa un misterioso giro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA