«San Michele», patto tra sei ponti per diventare patrimonio Unesco

La proposta Il 23 e 23 aprile un convegno per candidare a Patrimonio dell’Umanità sei ponti europei in ferro a grande arcata unica del XIX secolo, tra questi il San Michele che collega Calusco a Paderno d’Adda.

«San Michele», patto tra sei ponti per diventare patrimonio Unesco
Il ponte San Michele di Calusco

Due g iorni di convegno per candidare a Patrimonio dell’Umanità sei ponti europei in ferro a grande arcata unica del XIX secolo, tra cui il San Michele che collega Calusco a Paderno: è l’evento in programma il 23 e 24 aprile per far ripartire il percorso iniziato nel 2017. Il quarto convegno si terrà i 23 aprile a Paderno d’Adda mentre il 24 aprile a Calusco. L’evento è organizzato e ospitato dalle due comunità di Calusco e Paderno con il contributo e la collaborazione di Rete ferroviaria italiana, proprietaria del ponte. Saranno presenti i rappresentanti della proposta transnazionale che coinvolge sei ponti europei che hanno le medesime caratteristiche: ponte Maria Pia a Porto/Vila Nova de Gaia (Portogallo); ponte Dom Louis I a Porto/Vila de Gaia (Portogallo); Garabit Viaduct a Garabit (Francia); Viaur Viaduct (Francia); ponte San Michele a Paderno/Calusco ; ponte di Mungsten a Solingen/Remscheid (Germania).

© RIPRODUZIONE RISERVATA