Alimentazione estiva, l’acqua è la «regina» indiscussa
Una caraffa d’acqua (Foto by Julia Zolotova on Unsplash)

Alimentazione estiva, l’acqua è la «regina» indiscussa

Frutta e verdura non soltanto aiutano la dieta, ma integrano la perdita delle vitamine.

L’alimentazione estiva ha una regina assoluta: l’acqua. Per questo i cibi da consumare durante la stagione calda devono rispettare due aspetti fondamentali: essere ricchi di acqua e avere una buona capacità idratante. «È importante sapere quanta acqua contengono gli alimenti che ingeriamo e quanto sono in grado di cedere questo prezioso liquido al nostro organismo – spiega il dottor Claudio Macca, responsabile di Nutrizione Clinica e Dietetica di Humanitas Gavazzeni –, per evitare i problemi dovuti alla disidratazione, che è il più pericoloso dei mali estivi».

Dottor Macca, quali caratteristiche deve avere una dieta estiva?
«Anzitutto non è del tutto corretto parlare di “dieta estiva”, perché i principi legati all’alimentazione sana devono essere osservati nell’arco dell’intero anno. Frutta e verdura, da sempre indicati come cibi prettamente estivi, sono a nostra disposizione in tutte le stagioni, e non dobbiamo mai smettere di consumarli. Detto questo, è chiaro che in questi mesi disponiamo di alimenti più adatti a essere consumati in presenza di temperature particolarmente calde. Tra i frutti abbiamo anguria, melone, pesche, prugne, tutti particolarmente ricchi di acqua e con proprietà idratanti. E siccome l’estate tende sempre più a prolungarsi, non ci dobbiamo dimenticare di mele, pere, uva e dei primi agrumi che maturano nel tardo autunno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA