Esposta al sole, ma sana Ecco come salvare la pelle

Esposta al sole, ma sana
Ecco come salvare la pelle

Va considerato che l’esposizione alle radiazioni solari non avviene solamente quando si è in spiaggia, ma durante tutto il giorno.

Con il ritorno dei mesi estivi tornano i rischi per la pelle legati all’esposizione ai raggi solari. Rischi che possono essere ridotti seguendo poche e semplici regole. Esposizione al sole sì, purché non eccessiva e mai nelle ore centrali della giornata. Utilizzare creme protettive, con fattore di protezione elevato, fino a 50 nei bambini. Indumenti e cappello proteggono la cute anche quando la crema perde efficacia. Attenzione alle possibili reazioni in caso di assunzione di farmaci, anche di uso comune, come alcuni antipertensivi, antibiotici, antinfiammatori. In caso di macchie anomale o manifestazioni cutanee sospette, meglio rivolgersi allo specialista.

Ecco come è possibile tornare in sicurezza a godere della bella stagione all’aria aperta, dopo tanti mesi trascorsi in casa tra lockdown e smartworking. Un’attenzione particolare va rivolta ai bambini. Va considerato che l’esposizione alle radiazioni solari non avviene solo in spiaggia, ma durante tutto il giorno e, in misura ridotta, anche in acqua. Da evitare in ogni caso l’esposizione al sole tra le ore 11 e le 16, fascia oraria in cui i bambini dovrebbero rimanere a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA