Era morto da giorni, artigiano trovato
in casa dai soccorritori

Martinengo L’allarme lanciato ieri da un vicino. L’uomo, 53 anni, viveva da solo dopo la separazione. Era disteso nel letto: un malore gli è stato fatale.

Era morto da giorni, artigiano trovato in casa dai soccorritori
L’auto della polizia locale davanti alla palazzina del ritrovamento

I vicini di casa non vedevano Radu Daniel Lupse da alcuni giorni, ma alla sua assenza non avevano dato peso più di tanto, fino a lunedì mattina, quando l’insopportabile odore proveniente dal suo appartamento al primo piano di un condominio di Martinengo li ha insospettiti, quindi indotti a chiamare il 112. L’intervento dei vigili del fuoco, del personale del 118 e della polizia locale ha purtroppo portato a trovare il 53enne romeno, artigiano edile, senza vita, nel letto della sua camera, deceduto per un malore che lo ha colto alcuni giorni fa. L’allarme è scattato ieri mattina alle 9,30, quando l’inquilino del secondo piano del condominio di via Trieste 14, non sopportando più l’odore che proveniva dall’abitazione sottostante, ha deciso di allertare il 112. Un odore che in realtà si era propagato lungo le scale condominiali già da sabato, come racconta un’altra residente: «Pensavo però provenisse da fuori e non mi sono allarmata. Il mio vicino era molto riservato, ci si salutava e basta e lo si vedeva gran poco, ecco perché nessuno si è insospettito del silenzio che proveniva dalla sua abitazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA