Morengo, espropri 40 anni fa
ma il risarcimento nei prossimi mesi

Gli espropri dei terreni, per realizzare un’area industriale-artigianale, avvennero 40 anni fa. Ora, dopo decenni di battaglie, arriverà il risarcimento dei privati. E il Comune di Morengo, territorio della vicenda, a breve conoscerà l’importo di ciò che dovrà pagare. «Di risorse per far fronte a questa situazione, al momento, non ce ne sono – dice ora il sindaco Amilcare Signorelli –. Ma è chiaro che il bilancio dovrà tener conto di questa incombenza».

Morengo, espropri 40 anni fa     ma il risarcimento nei prossimi mesi
Il Comune di Morendo che ora dovrà occuparsi di risarcire quanto sarà quantificato

Un’intricata vicenda giudiziaria che ha visto il Comune oscillare prima dalla parte della ragione e, successivamente, a quella del torto. Nei prossimi mesi verrà quantificato l’ammontare del risarcimento che l’ente guidato da Signorelli dovrà corrispondere ad alcuni proprietari di terreni nella zona Pip che, nei primi anni Ottanta, furono espropriati dall’allora primo cittadino Giovanni Paolo Agliardi determinato, in base alle esigenze dell’epoca, a dare impulso alla creazione di una zona artigianale e industriale sul territorio di Morengo, ancora oggi cuore produttivo del paese. Alcuni di loro decisero di opporsi alla decisione dell’amministrazione dando origine a un’infinita battaglia legale che, ancora oggi, riecheggia nelle aule di tribunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA