Accoglienza, troppi ritardi
nella gestione dei rimborsi

La Caritas e le cooperative che assicurano il servizio vantano circa 10 milioni di credito mai pagati. Guerini: «Abbandonati dallo Stato».

Accoglienza, troppi ritardi nella gestione dei rimborsi

Nessuna polemica, ma il desiderio di vedersi riconosciuto il lavoro svolto, spesso in condizioni difficili, se non proibitive. È questo lo spirito che anima le sollecitazioni che Caritas Diocesana Bergamasca ha avanzato nei confronti della Prefettura di Bergamo per accelerare il pagamento di quasi 5 milioni di euro dovuti per l’accoglienza dei richiedenti asilo. Dall’ultimo pagamento, risalente al novembre di due anni fa, sono trascorsi 19 mesi, ma anche in quell’occasione, delle 12 mensilità da rimborsare, solamente cinque erano state pagate totalmente, tre al 70% e quattro al 50%. Nel frattempo Caritas Diocesana Bergamasca – con la Fondazione Diakonia onlus – ha sostenuto i costi per il vitto e l’alloggio delle persone accolte, per gli operatori che se ne prendono cura e per il versamento dei 2,5 euro giornalieri assegnati a ciascun richiedente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA