I big dello sci a San Pellegrino: un documentario ripercorre l’età d’oro - video

La pista del sole Da Jean Claude Killy a Gustav Thöni. Nella cittadina termale si sciava d’estate negli anni Sessanta grazie a una pista di plastica. Durò poco, ma entrò nel mito di quegli anni. Ora un documentario ricavato dai vecchi filmati ripropone quella stagione. La proiezione sabato 11 giugno.

I big dello sci a San Pellegrino: un documentario ripercorre l’età d’oro - video
Jean Claude Killy sulla pista di San Pellegrino

Sulle alture di San Pellegrino si sciava: arrivarono addirittura i più grandi campioni dello sci mondiale degli anni Sessanta, da Jean Claude Killy a Gustav Thöni . Per sciare soprattutto d’estate, perché non si sciava sulla neve, bensì sulla plastica. Durò poco - cinque, sei anni - il sogno di una pista perenne per lo sci. A ideare e gestire la «Pista del sole» fu Francesco Nicola Cima, appartenente a una famiglia di industriali della carta di San Giovanni Bianco . Eppure - come dice lo stesso Cima - fu una «ventata di giovinezza per San Pellegrino». La pista ebbe una eco internazionale, perché struttura assolutamente all’avanguardia per l’epoca. Finì presto, però: era adatta all’agonismo e alla didattica, poco per il turista .

© RIPRODUZIONE RISERVATA