La scuola? Lezioni in oratorio
per garantire il distanziamento

Scambi di aule fra istituti superiori, oratori e il seminario vescovile Giovanni XXIII di Bergamo che mettono a disposizione locali, Comuni che ospitano studenti nei propri spazi civici.

La scuola? Lezioni in oratorio per garantire il distanziamento

Le scuola superiori della Bergamasca si stanno organizzando in vista del prossimo anno scolastico. La Provincia già a marzo, in piena epidemia, aveva contattato in via telematica i diversi dirigenti scolastici degli istituti superiori per conoscere preventivamente il fabbisogno strutturale (come nuove aule, spazi laboratoriali e didattici) per l’anno scolastico 2020/21. Poi, da maggio 2020, ha iniziato ad effettuare sopralluoghi nei vari istituti. Ne è nato l’ultimo «Piano di programmazione di utilizzo del patrimonio provinciale di edilizia scolastica» che entrerà in vigore da settembre. E che tiene in considerazione, oltre ovviamente al numero degli iscritti e alla necessità dell’offerta prettamente didattica, anche dei principi base per la tutela della salute degli alunni che sono (in attesa di ulteriori linee dal ministero dell’Istruzione): ingressi e uscite scaglionati a intervalli regolari di tempo per evitare assembramenti, attività all’aperto, teledidattica e, soprattutto, distanziamento degli studenti per classi. Per rispettarli un grosso aiuto è arrivato dagli oratori che già avevano messo a disposizione spazi per le scuole superiori. Li hanno confermati in alcuni casi, ampliandoli e anche allungando il contratto di locazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA