«Io, infermiere costretto a casa
Aiutare si può anche così»

È dura accettarlo, perché per me essere d’aiuto agli altri è più importante che aiutare me stesso». Herbert Zambelli è un infermiere di Humanitas Gavazzeni, 45 anni di Cornale di Pradalunga.

«Io, infermiere costretto a casa Aiutare si può anche così»
Herbert Zambelli

Voce pimpante, uno che non fa giri di parole e che il Covid-19 lo ha visto da vicino, lo ha scampato probabilmente per un soffio e ci ha anche litigato parecchio. Dal 2016 ha scoperto di avere la gromerulonefrite, una malattia ai reni che da tre anni lo costringe a fare la dialisi quattro volte alla settimana. Per questo motivo, da metà marzo, proprio quando il coronavirus stava portandosi via pazienti e colleghi, la scelta sua e dell’azienda ospedaliera è stata una sola: restare a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA