Aggressione in piena notte a Villongo Colpito con una mazza da baseball
Il luogo dove è avvenuta l’aggressione

Aggressione in piena notte a Villongo
Colpito con una mazza da baseball

Malmenato con una mazza da baseball nel cuore della notte. Non si spiega il motivo di tanta violenza verso Ben Aly Kone, ivoriano di 33 anni, in Italia dal 2006, di professione agente della sicurezza in un centro commerciale della Bergamasca.

Mancava un quarto d’ora all’1 della notte tra sabato e domenica quando quattro sconosciuti a volto scoperto lo hanno aggredito accanto alla sua auto, parcheggiata fuori casa a Villongo. Il trentatreenne è riuscito ad attirare l’attenzione dei vicini di casa, mettendosi a gridare: «Mi sono messo a urlare: «Aiuto, aiutatemi, chiamate i carabinieri». E dalle case attorno si sono affacciati i vicini. Soltanto a quel punto i quattro hanno desistito». In via Donizetti a Villongo è arrivata l’ambulanza del 118: Ben Aly Kone è stato trasferito all’ospedale di Iseo e visitato. Ieri mattina è stato dimesso con 12 giorni di prognosi. «Per fortuna non ho nulla di rotto – spiega –, ma è un caso, vista la violenza dell’aggressione». Dunque perché è stato aggredito e da chi? Si è trattato di un episodio di razzismo? Oppure il trentatreenne è stato scambiato per un’altra persona? Il parcheggio teatro dell’aggressione non è dotato di un impianto di videosorveglianza, ma altre telecamere a Villongo potrebbero aver filmato i quattro giovani prima o dopo l’aggressione.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9gennaio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA