«Ho visto Sara, mercoledì 22» Era vicino alla sua automobile
Sara Capoferri

«Ho visto Sara, mercoledì 22»
Era vicino alla sua automobile

Proseguono nel Bresciano le ricerche della 37enne originaria di Sarnico scomparsa da più di una settimana.

«Ho visto Sara». La testimonianza finisce agli atti dei Carabinieri e fissa una certezza in un giallo che di punti oscuri ne ha tantissimi. «Mercoledì mattina di una settimana fa la donna era a fianco della sua vettura nel campo dove poi l’auto è bruciata». La testimonianza pubblicata dal Giornale di Brescia è quella dell’ultima persona ad avere visto Sara Capoferri, la 37enne originaria di Sarnico scomparsa ormai da più di una settimana, e si riferisce a mercoledì 22 febbraio.

La testimonianza è di un pensionato di Berlingo (paese del Bresciano) che ha visto Sara la mattina di mercoledì a ridosso del laghetto dei Cigni, la cava artificiale trasformata in bacino per la pesca sportiva, davanti al quale è stata rinvenuta la vettura - bruciata - della donna e dove stanno proseguendo le ricerche. Il suo racconto sposta dalla serata di martedì 21 alla mattina di mercoledì 22 febbraio l’ultimo avvistamento noto di Sara Capoferri, la mamma 37enne con cui i familiari non hanno più contatti dal 21 febbraio. Non lontano dal luogo in cui nelle scorse ore è stato rinvenuto anche un bossolo, ora al vaglio dei Carabinieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA