Malore mentre è alla guida nel Bresciano Muore un 28enne di Foresto Sparso

Malore mentre è alla guida nel Bresciano
Muore un 28enne di Foresto Sparso

Un ciclista dilettante bergamasco di 28 anni è morto nel pomeriggio di giovedì 14 marzo mentre era alla guida del furgone dell’azienda di famiglia.

Nicola Costa, di Foresto Sparso, ha avuto un malore mentre si trovava sulla strada di Montichiari, nel Bresciano. La Procura di Brescia ha disposto accertamenti per capire le cause del decesso del ragazzo, ciclista tesserato per una società di Villongo.

Dai primi accertamenti sembra che a stroncare la vita del ventottenne sia stato un arresto cardiaco. Attorno alle 14,30 un passante che transitava in via San Giorgio, strada periferica della località Madonnina, ha notato il mezzo fermo a lato della strada e con il giovane riverso al posto di guida, privo di sensi: immediato l’allarme al 112, che ha inviato sul posto automedica, ambulanza e anche l’elisoccorso da Bergamo. Purtroppo il cuore del ventottenne si è fermato poco dopo l’arrivo all’ospedale Civile di Brescia.

Sportivo fino al midollo, il giovane di Foresto lavorava insieme al papà Roberto nell’azienda di famiglia, la «Costa Gomme» di Villongo: era lì che il giovane ciclista – che da qualche tempo collaborava anche con un’azienda produttrice di e-bike – si occupava anche del noleggio di biciclette a pedalata assistita.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 15 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA