Dopo due anni funicolare ancora ferma, San Pellegrino sale in Vetta con le grotte

Turismo Ancora problemi burocratici per l’impianto a fune rinnovato. Apertura ancora rinviata. Da domenica tornano invece le visite alle cavità carsiche con l’associazione Oter, fino a ottobre.

Dopo due anni funicolare ancora ferma, San Pellegrino sale in Vetta con le grotte
La funicolare di San Pellegrino vista dalla stazione di arrivo alla Vetta

Pronta da più di due anni, ma ancora ferma. La funicolare di San Pellegrino, il cui recupero si è chiuso da tempo, non vuole proprio saperne di ripartire. Vero che alla Vetta, ex località vip di San Pellegrino e punto di arrivo della funivia, il rilancio (con albergo e parco) non è ancora concluso. Ma due anni di fermo con la macchina pronta iniziano a diventare tanti. Eppure qualche settimana fa la data di sabato 2 aprile sembrava essere certa. Questa volta la funicolare parte, la gestione è stata affidata, gli ultimi collaudi (già l’autunno scorso conclusi positivamente). Bisogna solo schiacciare il bottone.

Invece no. Di mezzo normative rigidissime dopo la tragedia del Mottarone e su tutte la difficoltà anche di trovare figure tecniche adeguate responsabili dell’impianto.

Sta di fatto che anche questa volta il Comune ha dovuto rinunciare. Sabato non si parte e i due vagoni azzurri resteranno ancora fermi. Il primo passeggero può attendere? Fino a quando. Difficile a questo punto saperlo e ora anche l’Amministrazione comunale - considerati i precedenti - preferisce non sbilanciarsi. Di certo è che se prima non c’era sta grande fretta per aprire - dato che alla Vetta non c’erano grandi attrazioni - ora si sta facendo di tutto per riuscire a tornare... in Vetta finalmente in carrozza.

La gestione è stata affidata, gli ultimi collaudi (già l’autunno scorso conclusi positivamente). Bisogna solo schiacciare il bottone

Intanto, la Vetta cerca comunque di ripartire con quanto c’è: il nuovo parco è stato concluso, ora si è in attesa del finanziamento per realizzare il parco tecnologico sotterraneo dedicato all’acqua, ma per quello ci vorrà più tempo. Come tempi non brevissimi avranno sicuramente il recupero dell’ex albergo Vetta, nelle mani del gruppo Zani.

La riapertura delle Grotte del sogno

La certezza è affidata da alcuni anni all’apertura delle Grotte del Sogno. Sarà così anche domenica con l’avvio della nuova stagione di visite, affidata ancora all’associazione Oter.

Le info utili

Le visite guidate saranno ad aprile, maggio, giugno, settembre ottobre, ogni domenica e festivi dalle 14,30 alle 16,30, e a luglio e agosto anche il sabato dalle 14,30 alle 17 e ancora la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 17. L’ingresso costerà quattro euro, con prenotazione obbligatoria e le visite che saranno sospese in caso di maltempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA