Ecco la carica dei sindaci «monolista»
Hanno vinto contro l’astensione

Ecco dunque i primi sindaci della Bergamasca tra i 40 comuni della nostra provincia con una sola lista.

Ecco la carica dei sindaci «monolista» Hanno vinto contro l’astensione

Prima hanno scongiurato l’incognita dell’astensione, raggiungendo il quorum del 50% più uno dei voti, poi hanno raggiunto la maggioranza dei consensi che gli ha assicurato la rielezione. Ecco dunque i primi sindaci della Bergamasca tra i 40 comuni della nostra provincia con una sola lista. I nuovi sindaci si troveranno a governare senza opposizione. Venticinque di loro sono uscenti; cinque le donne.

Nella maggior parte dei paesi «monolista», il superamento del fatidico 50% di affluenza è arrivato già entro le 19 di domenica 26 maggio durante lo spoglio delle elezioni Europee. Intorno alle 15 di lunedì 27 maggio, a un’ora circa dall’avvio dello spoglio per le Comunali, sono arrivate le prime conferme invece per la carica dei sindaci dei Comuni bergamaschi.

A Scanzorosciate, confermato il sindaco uscente Davide Casati del Pd.

A Dossena nuovo mandato per Fabio Bonzi, 36 anni, della lista civica «Impegno e servizio».

Anche Azzone conferma Mirella Cotti Cometti della lista «Bene Comune».

In Val Brembana a Lenna, nuovo mandato per il sindaco uscente Jonathan Lobati con la lista «Impegno e passione per Lenna».

Anche a Olmo al Brembo eletto Carmelo Goglio.

In Val Seriana Pietro Visini, sindaco uscente con la lista unica «Dialogare per progredire», affronterà il secondo mandato.

Fino del Monte ha un nuovo sindaco: Giulio Scandella.

Cerete ha un nuovo sindaco: Cinzia Locatelli.

A Spinone al Lago è verso l’elezione di sindaco Simone Scaburri con la lista «Semplicemente Spinone- il mio paese». Quorum raggiunto anche a Valgoglio con il candidato Angelo Bosatelli, della lista «Uniti per Valgolgio».

A Torre de’ Roveri è sindaco Matteo Francesco Lebbolo, lista civica Indipendenti, Luzzana (Ivan Beluzzi della lista Continuità e Innovazione) e Branzi (Angelo Rossi di Nuova Sorgente).

A Berzo San Fermo passa Luciano Trapletti (Oltre il 2000), a Castro Mariano Foresti (Uniti per Castro), a Cavernago Giuseppe Togni (Porgetto Cavernago); a Costa di Mezzate Luigi Fogaroli (La gente, il paese); a Gaverina Denis Flaccadori (Gaverina Terme Sostenibile); a Pognano il leghista Edoardo Marchetti.

A Ponte Nossa passa Stefano Mazzoleni (Ponte Nossa incomune); a PremoloOmar Seghezzi (Uniti per Premolo); a Rovetta Mauro Marinoni (Obiettivo Rovetta), a Santa Brigida Manuel Rossi (I giovani per il futuro).

Songavazzo ha il nuovo sindaco Giuliano Covelli (Ideale Comune Songavazzo), Ubiale Clanezzo Ersilio Gotti (Nuovi Orizzonti); a Valtorta c’è Antonio Regazzoni con Valtorta da Vivere, a Vigano San Martino Alfredo Nicoli (Noi per Vgano) e ad Adrara alle 19 il quorum è stato raggiunto per Sergio Capoferri (Adraraattiva la Scelta viva).

A Gandellino passa Flora Donatella Fiorina (Uniti nel rinnovamento); a Bonate Sotto passa Carlo Previtali (Bonate Viva); a Bossico c’è Daria Schiavi (Insieme per Bossico).

A Capizzone passa Alessandro Pellegrini (Progetto Insieme per Capizzone), Cusio con Andrea Paleni (Insieme per Cusio); Fara Gera d’Adda con Raffaele Assanelli (Per Fara e Badalasco) e a Costa Serina con Fausto Dolci (Diamoci una mano). A Isola di Fondra raggiunge il quorum con Carletto Forchini (Comune Bene Comune), così come a Ornica con Colomba Milesi (Vivere a Ornica) e Grone con Enrico Rodolfo Agazzi (Forza Grone).
Schilpario ha il nuovo sindaco: Marco Pizio (Schilpario Unito) e Sant’Omobono con il leghista Sauro Ivo Manzoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA