Sant’Omobono, 300 borracce in alluminio agli alunni delle scuole elementari
Il municipio di Sant’Omobono

Sant’Omobono, 300 borracce in alluminio
agli alunni delle scuole elementari

L’iniziativa del Comune: i contenitori saranno forniti da Uniaque. Anche le amministrazioni di Cisano Bergamasco e Torre de’ Busi consegneranno a settembre 500 borracce in acciaio agli allievi delle Elementari, sulle quali ci sarà il logo del «Sentiero di Papa Giovanni XXIII».

Trecento borracce in alluminio, fornite da Uniaque spa nei primi giorni di scuola verranno consegnate agli alunni delle primarie di Selino Basso, Mazzoleni (Istituto comprensivo), Sant’Alessandro Cepino, di Sant’Omobono Terme nell’ambito delle normative europee di ridurre l’uso della plastica ovvero «Plastic free». È un’iniziativa dell’assessore all’Istruzione Stella Sirtori concordata nel mese di giugno con l’azienda pubblica Uniacque, che ha aderito distribuendo le borracce in alluminio.

L’incontro con gli alunni valdimagnini verrà comunicato nei prossimi giorni e sarà qualche giorno dopo l’apertura dell’anno scolastico: l’assessore Sirtori, con un incaricato dell’azienda, consegnerà le borracce e nel contempo si parlerà della qualità dell’acqua e delle bottiglie o contenitori in plastica che creano problemi all’ambiente. «Come nuova amministrazione comunale, conosciute la direttive dell’Europa sull’ambiente che puntano a ridurre la produzione e distribuzione dei prodotti in plastica, abbiamo pensato di dare dei messaggi ai nostri scolari, anche concreti: in accordo con Uniacque si è deciso di consegnare le borracce ai nostri alunni delle Elementari. Si è deciso che l’incontro per la consegna sarà l’occasione per parlare dell’acqua e delle problematiche ambientali, in primis l’emergenza plastica. Con la borraccia daremo anche una lettera alla famiglia degli alunni per illustrare il significativo gesto del Comune di Sant’Omobono e di Uniaque». Anche le amministrazioni comunali di Cisano Bergamasco e Torre de’ Busi consegneranno a settembre 500 borracce in acciaio ai loro alunni delle Elementari, sulle quali ci sarà il logo del «Sentiero di Papa Giovanni XXIII».


© RIPRODUZIONE RISERVATA