Grumello, fiaccolata per  Omar  e per tutte le vittime della strada
Omar Diop, aveva 19 anni

Grumello, fiaccolata per Omar

e per tutte le vittime della strada

Martedì la camminata nel ricordo del 19enne, dopo il patteggiamento a due anni del 25enne che l’ha travolto.

Una fiaccolata attraverserà martedì le strade di Grumello: l’hanno organizzata gli amici e i genitori di Omar Diop, il 19enne travolto e ucciso sulla strada nei pressi della discoteca Costez lo scorso 8 dicembre. A investirlo M.B., 25 anni, ubriaco mentre era alla guida di una Mercedes proveniente da Chiuduno.

Il ragazzo, accusato di omicidio stradale aggravato alla guida e assistito dagli avvocati Roberta Barbieri e Giovanni Fedeli, ha patteggiato nei giorni scorsi la pena in Tribunale. Il giudice ha accettato la proposta dei legali, dando M.B. a due anni con sospensione condizionale della pena e revoca della patente di guida: una decisione che è maturata tenendo conto anche delle attenuanti generiche e del fatto che il 25enne fosse incensurato. Era stato il primo arresto in Bergamasca effettuato in base alla nuova norma sugli incidenti mortali.

La fiaccolata di martedì è organizzata per «rendere nota – si legge nel volantino della manifestazione - l’ingiustizia nei confronti di Omar e della sua famiglia», anche se sarà dedicata allo stesso tempo «a tutte le persone innocenti che ci hanno lasciato sull’asfalto». La partenza è da via Moroni, nei pressi dell’abitazione in cui Omar viveva con i familiari, verso le 20,30 per piazza Camozzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA