Maria, uccisa a 33 anni dai terroristi
Vigano e Solza: un dolore immenso

Due comunità in lutto per la tragica morte di Maria Riboli, la giovane mamma bergamasca di 33 anni uccisa nell’attentato dell’Isis in Bangladesh. Originaria di Vigano San Martino, dopo il matrimonio si era trasferita a Solza.

Maria, uccisa a 33 anni dai terroristi Vigano e Solza: un dolore immenso

Maria, sposata e mamma di una bambina di due anni e mezzo, lavorava per l’imprenditore tessile Luca Tassetti. Era a Dacca da qualche settimana con altri colleghi e imprenditori del settore. Venerdì sera era all’Holey Artisan Bakery, un caffé-pasticceria nel quartiere di Gulshan frequentato dai diplomatici e stranieri. Stava cenando quando il commando di terroristi ha fatto irruzione e ha trucidato venti persone, tra cui nove italiani. Nata ad Alzano, originaria di Vigano San Martino, il 21 marzo 2006 si è sposata con Simone a Calusco d’Adda, paese d’origine del marito. La coppia è andata a vivere a Solza in un complesso di villette di mattoni rossi, al piano terra. Una zona residenziale vicina al centro sportivo, popolata da coppie giovani.

Il sindaco di Solza Carla Rocca, ha spiegato: «Certamente proclameremo il lutto cittadino, non appena avremo notizie sul rientro della salma tutto il paese è rimasto sgomento di fronte a questo orrore. Non conoscevo personalmente la signora ma sono vicina alla sua famiglia in questo momento di dolore. È assurdo pensare che questa mamma sia partita da un paesino sperduto di duemila anime nella Bergamasca e si sia trovata coinvolta in quella che è la terza guerra mondiale. Guardiamo queste tragedie alla tv e ci sembrano così lontane da noi, ora mi rendo conto che invece ci siamo tutti dentro».

A Vigano, dove vivono i genitori di Maria, la famiglia di s’è chiusa nel silenzio ieri, alla notizia della fine assurda e crudele capitata alla loro cara. Il sindaco Massimo Armati ha espresso «cordoglio a nome di tutta la comunità». In questi giorni è in corso la festa della Madonna di San Martino che proseguirà fino a domenica. I segno di lutto, gli eventi musicali sono però stati sospesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA