Morto nello schianto in moto a Luzzana Lascia compagna incinta al sesto mese

Morto nello schianto in moto a Luzzana
Lascia compagna incinta al sesto mese

Sarebbe diventato papà a giugno Cristian D’Agostino, 43 anni. Ma la sua vita si è fermata prima, martedì in uno schianto in motocicletta sulla statale 42, all’altezza del ristorante «La Noce» a Luzzana.

Originario di Saronno, dove era nato e aveva vissuto fino a pochi anni fa, si era trasferito a Monasterolo del Castello, insieme alla compagna Chiara, 32 anni, originaria di Casazza. Ora toccherà a lei crescere il figlio di Cristian che porta in grembo e che nascerà a giugno. Già papà di una bimba di 7 anni, avuta dalla ex moglie, lascia nel dolore anche la mamma Silvana e il papà Antonio, il fratello Ivan e l’amato zio Franco. D’Agostino di professione era cuoco e spiccava per una personalità generosa. Aveva lavorato in valle per un catering e, pochi giorni fa, come spiega l’amica Michela di Luzzana, aveva sostenuto un colloquio in un ristorante a Spinone dove avrebbe dovuto iniziare a lavorare a breve: «Scherzando, io lo definivo una simpatica canaglia, perché aveva un’anima un po’ irrequieta, ma un cuore grande. E questo lo si vedeva ad esempio nei confronti di sua figlia Sofia: ne era innamoratissimo».

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 15 marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA