Ranzanico, cade da tre metri  Grave artigiano di Ardesio
Il cantiere dove si è verificato l’infortunio, a Ranzanico

Ranzanico, cade da tre metri

Grave artigiano di Ardesio

L’uomo, 56 anni, ha battuto violentemente la testa in cantiere. Portato in elicottero al Papa Giovanni, sul cantiere carabinieri e Ats. L’infortunio venerdì nel primo pomeriggio nella zona collinare del paese

Il primo pomeriggio di venerdì 9 giugno, a Ranzanico, è stato teatro da un grave incidente all’interno di un cantiere per la costruzione di residenze private in via Poggio. Erano passate da poco le 13,30 quando un artigiano di 56 anni originario di Ardesio è caduto da un’altezza di tre metri, battendo violentemente la testa.

Il ferito si trova ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La prognosi rimane al momento riservata, ma l’uomo non sarebbe in pericolo di vita. I soccorsi sono arrivati nel giro di pochi minuti dopo la chiamata d’emergenza delle 13,45. L’elisoccorso, atterrato in una piazzola distante un centinaio di metri dal lugo dell’incidente, è ripartito poco dopo con il ferito a bordo. Nel cantiere, nella parte collinare del paese, dove si sta realizzando un complesso residenziale, è giunta anche una pattuglia dei carabinieri di Casazza, sotto il comando di Clusone, a cui si sono aggiunti i tecnici dell’Ats di Trescore.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 10 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA