«Sono stato picchiato da mia moglie» Invece è il contrario: finisce in cella

«Sono stato picchiato da mia moglie»
Invece è il contrario: finisce in cella

Ha raccontato ai carabinieri di essere stato malmenato dalla moglie, invece lei era già ricoverata al Bolognini di Seriate in Rianimazione, con un trauma cranico, il setto nasale rotto e un trauma toracico.

In codice rosso, dunque, e in quel momento – era sabato pomeriggio – in pericolo di vita (nel giro di alcune ore il quadro clinico è però fortunatamente migliorato). Le lesioni della donna, un’indiana di 28 anni, regolare in Italia e residente col marito a Calcinate in via Ogliese, sono risultate compatibili con un pestaggio. Così il marito – B. S. G., indiano di 38 anni, già noto alle forze dell’ordine, regolare in Italia e di professione custode in un vivaio – è finito in manette: i carabinieri lo hanno sottoposto a fermo per tentato omicidio aggravato dal rapporto di parentela. Al pm ha raccontato genericamente di una lite con la moglie, tentando di sminuire il suo comportamento, proprio come aveva fatto davanti ai carabinieri di Calcinate, dove lui stesso si era presentato, forse per una sorta di rimorso dopo quanto accaduto a casa.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22 agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA