Traffico illegale, 300 uccellini sequestrati «Svezzati» al centro Wwf Valpredina

Traffico illegale, 300 uccellini sequestrati
«Svezzati» al centro Wwf Valpredina

Trovati dai forestali nel Bresciano, in manette un trafficante. Saranno svezzati e liberati. Ed è allerta caprioli: a rischio con le falciatrici

Superlavoro in questi giorni al Centro di recupero animali selvatici Wwf Valpredina per l’arrivo, tutti insieme, di oltre 300 giovani esemplari di turdidi (cesene, tordi bottacci): uccellini che hanno pochi giorni di vita e sono stati consegnati al Cras dai carabinieri forestali del Gruppo di Brescia dopo il sequestro effettuato nei giorni scorsi nei confronti di un 35enne residente nel Bresciano. L’uomo è stato arrestato per traffico illegale di animali e truffa aggravata ai danni dello Stato, in quanto è ritenuto responsabile del prelievo abusivo di nidiacei in Veneto e Trentino, destinati al mercato nero dei richiami vivi.

Ora i giovani uccelli sono in cura al Cras, dove tutti gli operatori sono impegnati nello svezzamento. Alcuni esemplari tra i più intraprendenti sono già stati inanellati dall’operatore dell’Ispra e verranno trasferiti in voliera per allenarsi al volo prima della loro liberazione, altri stanno gradualmente imparando a nutrirsi da soli.


Leggi di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 22 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA