Gandino, ritrovata la fioraia: era caduta in una zona impervia, sta bene

Salvataggio La donna è stata trovata poco dopo le 19 dai soccorritori impegnati nelle ricerche, era caduta nella zona del laghetto Corrado: sarebbe in buone condizioni. Non si avevano sue notizie dalla mattinata di mercoledì 4 maggio, quando era uscita con il cane.

Gandino, ritrovata la fioraia: era caduta in una zona impervia, sta bene
Una fase dei soccorsi a Gandino, mercoledì sera

Una giornata di apprensione, poi il sollievo. Marilena Facchini, la fioraia sul sagrato di fronte alla Basilica nel centro storico di Gandino, è stata ritrovata poco dopo le 19 di mercoledì 4 maggio nella zona del laghetto Corrado. La donna non dava notizie di sé dalla mattinata, quando era uscita con il suo cane Shiva. A quanto si è potuto apprendere, un passante l’aveva vista verso le 11,30 alla Fonte dei Nonni, nel fondovalle, dove avrebbe fatto bere il cane per poi avviarsi verso il laghetto Corrado. Da quel momento si erano perse le sue tracce. A destare preoccupazione era stato il fatto che la donna non si era presentata agli appuntamenti fissati nelle ore successive.

Le ricerche

Nel pomeriggio sui social network sono apparsi diversi post con la foto di Marilena e la richiesta di segnalare eventuali avvistamenti o notizie utili a rintracciarla. Con i carabinieri di Gandino sono scesi in campo per le ricerche anche i vigili del fuoco di Gazzaniga e Clusone. Le ricerche, effettuate anche con l’elicottero dei vigili del fuoco, si sono concentrate nella zona del laghetto Corrado, dove poco dopo le 19 la donna è stata ritrovata in buone condizioni. A dare una «traccia» sarebbero stati anche i latrati del suo cane.

Approfondisci l'argomento su L'Eco di Bergamo di giovedì 5 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA